Salta la barra di navigazione.

L' atomica della salute
Borgo Valsugana, 1953. Una storia di primati


 

Indice articoli


27 maggio 1954 – ALTO ADIGE: Il Consiglio regionale in visita al Centro tumori del “S. Lorenzo”.




Ieri nel pomeriggio, dopo la seduta mattutina del Consiglio regionale, guidati dall’avv. Rosa, presidente del Consiglio regionale, i consiglieri appartenenti alle due province, fra i quali l’assessore regionale all’attività sociale ed alla sanità dott. Bertorelle e gli assessori provinciali dott. Dalla Rosa e Banal, hanno visitato il centro tumori di Borgo. Era anche presente il medico provinciale di Trento dott. Lovino.
Gli ospiti sono stati accolti dal presidente dell’istituto geom. Luigi Galvan, affiancato dal Consiglio di amministrazione dell’istituto, dal sindaco Serafino Segnana, dai primari dell’istituto dott. Frizzera, dott. Toller e dott. Valdagni, e dai consulenti universitari del Centro tumori proff. Bonomini e Drigo.
Dopo brevi parole di benvenuto e di ringraziamento rivolti dal presidente dell’istituto il quale ha brevemente riassunto i problemi dell’istituzione, ha preso la parola il medico dott. Frizzerache, dopo avere a sua volta ringraziato per la visita a nome del corpo sanitario, ha ceduto subito la parola al primario di radiologia dell’istituto dott. Claudio Valdagni. Egli fatto ampia e documentata relazione medico-scientifica sull’attività del Centro tumori, relazione che è stata integrata da interessanti spiegazioni fatte dal radiologo dell’ospedale, dott. Ernesto Casnati, in ordine dei sistemi di cura per la tele-cobalto-terapia.
Alla fine dell’interessante relazione il presidente del Consiglio regionale avv. Rosa ha rivolto agli amministratori dell’ospedale e ai sanitari un vivo elogio per la importante realizzazione ed ha altresì assicurato che la Regione guarda con simpatia e con comprensione alla benefica attività del centro, decisa ad aiutarne lo sviluppo compatibilmente con le possibilità del proprio bilancio.
La comitiva dei consiglieri ha quindi minuziosamente passato in rassegna il reparto tumori e i vari reparti di recente costruzione, interessandosi vivamente alle delucidazioni fornite dagli amministratori e dai sanitari. Anche l’assessore regionale dott. Bertorelle ha espresso il suo vivo compiacimento per la prova di vitalità fornita dall’istituzione e soprattutto per la serietà e l’impegno con la quale sono affrontati i problemi connessi con il potenziamento del Centro tumori.
I graditi ospiti hanno poi partecipato ad un rinfresco offerto dall’amministrazione ospedaliera nella sala dell’albergo Venezia, dove ha preso la parola anche il medico provinciale per compiacersi a sua volta con gli amministratori e sanitari dell’istituto ospedaliero valsuganotto.
Verso le 19, ossequiati da tutti i presenti, i graditi ospiti hanno fatto ritorno a Trento.

Vedi articolo precedente; Vedi articolo successivo;
Indice articoli