Salta la barra di navigazione.

L' atomica della salute
Borgo Valsugana, 1953. Una storia di primati


 

Indice articoli


26 marzo 1955 – ALTO ADIGE: Studiosi stranieri in visita al Centro per la lotta ai tumori.




Il Centro per la lotta contro i tumori dell’ospedale di S. Lorenzo è stato visitato in questi giorni da altri due illustri professionisti parigini, il dott. Raymond Trial, radiologo del Centro medico-chirurgico “Foch” di Parigi e l’ing. Henri Martin, consigliere della Società nazionale delle ferrovie francesi, già direttore dei laboratori di ricerche fisiche alla “Sorbona”.
La visita dei due professionisti, che si è protratta per alcuni giorni, è dovuta al fatto che anche nella clinica “Foch” si intende installare una bomba al cobalto uguale a quella in dotazione al nostro ospedale; con essa, le bombe al cobalto in funzione nelle cliniche parigine, diverranno tre.
Gli ospiti si sono dimostrati entusiasti del lavoro svolto dal nostro centro nel suo primo anno e mezzo di vita e dei sistemi di cura in uso; in particolare essi hanno dimostrato molto interesse per i notevoli risultati conseguiti nella cura dei tumori profondi del polmone, dell’intestino, del cavo orale, della vescica, sui quali sono in corso di stampa alcune interessanti pubblicazioni scientifiche a cura del prof. Bruno Bonomini, docente universitario e consulente del Centro e dei suoi collaboratori di Borgo.
Il dott. Trial e l’ing. Martin si sono ripromessi di far ritorno a Borgo nella prossima estate per approfondire le loro nozioni sui sistemi di cura i quali, per esplicito riconoscimento degli stessi ospiti, rappresentano veramente qualche cosa di nuovo e un deciso passo innanzi nella cura radiante dei tumori.

Vedi articolo precedente; Vedi articolo successivo;
Indice articoli