Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina film






1915 - 1918 / Schegge di storia tra due patrie

Ciclo di conferenze autunnali.

VENERDÌ 12 NOVEMBRE 2010

1915-1916 LA GUERRA DI DOLLFUSS SULLA MONTAGNA DI TORCEGNO E TELVE
Torcegno - Centro Lagorai natura, ore 20.30.
a cura di Luca Girotto.

linea

VENERDÌ 19 NOVEMBRE 2010

MEMORIE DI UN IRREDENTISTA L’AVVENTUROSA VITA DI ERMETE DIVINA
Telve - Sala riunioni Biblioteca, ore 20.30.
5° Quaderno dell’Associazione Storico Culturale. A cura di Emanuele Divina e Fulvio Alberini.

linea

VENERDÌ 03 DICEMBRE 2010

TENENTE OTTO KRALICZEK: LA MIA GUERRA TRA TRENTO, PERGINE, GLI ALTIPIANI ED IL PASSO DEL TONALE
Borgo Valsugana - Sala Mercellina Paternolli, ore 20.30.
La “guerra per immagini” dall’album inedito di un ufficiale austriaco, con brevi cenni relativi all’ultima opera sulle fortificazioni austriache di Valsugana e le più recenti informazioni sulla batteria germanica del Capitano Rose a cura di Volker Jeschkeit.

linea

VENERDÌ 10 DICEMBRE 2010

INUTILI SENTINELLE DI PIETRA - I FORTI DI PRIMOLANO TRA L’ULTIMO RISORGIMENTO E LA GRANDE GUERRA
Telve - Sala Riunioni Biblioteca, ore 20.30.
Storia di due fortezze nate per difendere un confine ormai scomparso a cura di Luca Girotto.

linea

VENERDÌ 17 DICEMBRE 2010

CORNO DI CAVENTO 1917-2010: FANTASMI E MEMORIE DAL GHIACCIAIO
Borgo Valsugana - Sala Mercellina Paternolli, ore 20.30.
La campagna di scavi 2008/2010 sui ghiacciai del gruppo dell’Adamello a cura di Marco Gramola.
La Galleria del Corno di Cavento (CA 448 VT TN), realizzata poco al di sotto della cima del monte dagli Austriaci, persa e riconquistata a fronte di sanguinosi episodi dettagliatamente documentati dalle testimonianze dirette di chi visse quei fatti e, soprattutto, dall'eccezionale conservazione del sito, praticamente intatto, resa possibile grazie al ghiaccio che cominciò a depositarsi subito dopo l'abbandono.
Questo ambiente impervio, e tutto sommato di limitata importanza strategica, fu il terreno dove nel Primo conflitto mondiale si scontrarono in una guerra d'alta quota le migliori truppe da montagna italiane ed austro – ungariche.