Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina rassegna






Conosci il tuo cane?

CONOSCI IL TUO CANE?
ASPETTI UN CUCCIOLO?
CONOSCI LA DIFFERENZA TRA
UN BAMBINO E UN CANE?
SAI COME IL CANE TI “PARLA”?
E TU SAI “PARLARE” CON LUI?

Per rispondere a queste ed altre domande l’Associazione Pluto organizza presso la Biblioteca comunale di Borgo Valsugana uno sportello gratuito per il pubblico di giovedì dalle 20.15 alle 22 ogni quindici giorni a partire dal 19 settembre 2013.

Date: Giovedì 19 settembre, 3, 17, 31 ottobre; 14 e 28 novembre, 12 dicembre.

L’associazione è nata nel 2000 per risolvere il problema della gestione dei cani smarriti, fino ad allora affidata alla disponibilità dell’amministrazione comunale. Una decina di persone amanti degli animali iniziarono questa avventura, grazie anche all’appoggio e all’aiuto dell’ ADA (Associazione Difesa Animali) di Arco, i cui volontari vennero a Borgo a raccontare alla Pluto quello che facevano. Il Centro Servizi di Volontariato di Trento, invece, fu d’aiuto a livello giuridico e fiscale grazie al suo responsabile Stefano Margheri. La parte da co-protagonista fu poi svolta dall’amministrazione comunale che si occupò del sostegno dell’iniziativa, della costruzione delle gabbie e che procurò attrezzature e materiale utili. Disponibilità che tuttora destina all’associazione.

L’attività si divide in varie fasi. Quando un cane scappa o viene abbandonato si avvisa la polizia locale (che attesta la provenienza dell’animale) che provvede successivamente a chiamare gli associati.
Il primo volontario che si reca sul posto controlla con il lettore microchip, che l’associazione ha in dotazione, se il cane è registrato all’anagrafe canina. Nel primo caso si contatta il padrone, altrimenti se il cucciolo non ha il microchip viene portato al canile sanitario. Una volta arrivato, viene visitato dal veterinario dell’ Azienda Sanitaria e si fa la sua schedatura. In questo momento inizia la ricerca del padrone con l’affissione di volantini in tutta la Bassa Valsugana e con annunci sui giornali, a cura dei volontari. Se il padrone si presenta, deve mostrare il libretto sanitario dell’animale per poter verificare le vaccinazioni eseguite. Se invece non viene nessuno, si cerca una famiglia affidataria. Nel caso peggiore, e solo dopo tanto lavoro di sensibilizzazione rispetto al caso, il cane viene portato in canile a Trento.

L’associazione non si occupa solo di affrontare una situazione di bisogno, ma spesso si trova ad aiutare anche il proprietario del cane. Offre sostegno psicologico a chi fatica a gestire i bisogni quotidiani del suo cane, ha perso il suo fedele amico, e occupa di situazioni scomode, come le segnalazioni di maltrattamento.

Il lavoro viene svolto grazie non solo alla collaborazione del Comune di Borgo, ma anche grazie alla convenzione creata con la maggior parte dei Comuni e al contributo della Polizia locale, dei Carabinieri, delle Guardie Forestali, dei Vigili del Fuoco e dei volontari della Croce Rossa.

Al momento una delle nostre volontarie si dedica in autonomia della sterilizzazione delle colonie di gatti randagi. Un progetto prossimo è proprio quello che riguarda la tutela degli amici Felix.

I volontari: Giorgio Nicoli, Bolza Annalisa, Boneccher Mirta, Orsingher Renzo, Ropelato Lucio, Stefani Arianna, Zotta Elena, Vesco Roberta, Zottele Arianna, Boschele Arianna, Lazzarotto Ildebrando.

Presso la Biblioteca è disponibile una bibliografia riguardante i cani.