Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina rassegna


Concorso fotografico “Il Museo Diffuso – Una storia per immagini”

Il “Museo diffuso della Valsugana Orientale” comprende le piccole realtà museali e i percorsi tematici che sono presenti sul nostro territorio. Un territorio che è naturalmente un luogo d'incontro tra il mondo tedesco e la pianura veneta, costellato dalle testimonianze dei reciproci influssi, visibili soprattutto nell'opera dei pittori e dei frescanti che ne hanno arricchito le chiese, le strade, le facciate delle case. Come tutti i luoghi di passaggio è segnato da numerosi castelli, opere di difesa, trincee e forti che si estendono dal mondo romano al primo conflitto mondiale.

Un ambiente che non parla solo della guerra, ma anche delle fatiche dell'uomo: delle rive faticosamente coltivate a vite o a castagni, di tradizioni ormai perdute come quelle del baco da seta o del tabacco, di altre ancora vive come la secolare usanza dell'alpeggio sui pascoli del Lagorai. Così nei molti paesi della valle sono sorti piccoli musei che raccolgono le testimonianze del lavoro umano, dei suoi attrezzi, della sua cultura.

Musei e beni culturali: 1. Museo della speranza; 2. Eremo di San Lorenzo; 3. Sala Alcide Degasperi; 4. Oratorio di San Rocco; 5. Mostra permanente della Grande Guerra in Valsugana orientale e in Lagorai; 6. Spazio Klien; 7. Fucina Tognolli; 8. Casa Andriollo; 9. Museo degli strumenti musicali popolari; 10. Sulle tracce dell’acqua; 11. Mulino Angeli - casa museo degli spaventapasseri; 12. Il sentiero Cinquevalli; 13. Castellalto; 14. Ecomuseo del Lagorai; 15. Museo degli usi e delle tradizioni telvate 16. Museo Etnografico collezione Tarcisio Trentin; 17. Arte Sella; 18. Percorso di Carzano; 19. Uccellanda Buffa a Scurelle; 20. Fucina Zanghellini; 21 Trincerone di Grigno; 22. Riparo Dalmeri.

Luoghi della Grande guerra
: Caposaldo Italiano di Monte Lefre, Col del Fortin; Sasso Gambarile; Cannoniere di Monte Silana, Forcella Magna, Cimitero militare di Sorgazza; Scalinata Tombolin di Rava, Caposaldo Croz di Cenon e di Primalunetta, Bunker della Marangona; Caposaldo di Cima Socede e Lasteati; Stol del Prete; Sito storico La Rocchetta; Monumento Cristo d’oro; Busa del Mochene – Zoparina; Ospedaletto di Primo Soccorso Herta Miller.

1) Partecipazione e iscrizione
La partecipazione al concorso è gratuita e aperta a tutti senza alcun limite di età e provenienza.
Ogni partecipante può concorrere con un massimo di 5 fotografie, in formato Jpeg con risoluzione minima di 3000 pixel. Le fotografie devono essere state scattate da non più di un anno.
L'invio delle immagini potrà avvenire esclusivamente in formato elettronico: ogni file immagine dovrà essere nominato nel seguente modo: nome_cognome_luogo_numero progressivo, estensione del file (es. mario_rossi_borgo_01.jpg) e inviato all’indirizzo: sistemaculturale@biblio.infotn.it entro e non oltre il 15 ottobre 2017.
Nell’oggetto della mail dovrà essere riportata la dizione “Concorso Fotografico IL MUSEO DIFFUSO – UNA STORIA PER IMMAGINI” e dovrà essere inoltre allegata la scheda di partecipazione debitamente compilata in ogni sua parte e firmata in modo leggibile.
La scheda di iscrizione al concorso implica la piena conoscenza ed incondizionata accettazione del presente Regolamento.
Le fotografie dovranno avere come oggetto i nodi del Museo Diffuso elencati in oggetto del bando e che sono descritti nella guida disponibile presso le Biblioteche di Borgo Valsugana, Grigno, Roncegno Terme e Telve e sul sito www.valsuganacultura.it.

Informazioni:
http://www.valsuganacultura.it/museodiffuso/
Bando completo e modulo di iscrizione (Clicca qui)