Salta la barra di navigazione.

scheda








Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle Donne i comuni di Borgo Valsugana, Carzano, Roncegno Valsugana, Telve e Torcegno in collaborazione col Sistema Culturale Valsugana Orientale organizzano:

- Mercoledì 6 novembre ore 20.30, sala riunioni municipio di Roncegno,serata sul tema “Diagnosi precoce oncologica: quali esami, quando farli e perchè?” a cura della LILT Trento.
- Venerdì 15 novembre ore 20.30, Canonica di Torcegno, "Donne e pace": proiezione del documentario "Il dialogo possibile" e a seguire le danze con l'associazione "Danzare la pace".
- Lunedì 25 novembre ore 18.00, Biblioteca di Borgo Valsugana, serata di letture e musica con il gruppo di lettura di Borgo e l'Associazione Culturale Bubamara.
- Venerdì 29 novembre ore 15.30, cineforum “Lo spazio bianco”, presso il Punto Cultura di Carzano.
- Mercoledì 27 novembre ore 20.30, ll Gruppo Donne e il Comune di Carzano organizzano una serata sul tema “Vaccinazione HPV: cosa comporta dal punto di vista medico, come richiederla in azienda Sanitaria e come parlarne con la propria figlia” a cura della LILT Trento.
- Giovedì 28 novembre ore 20.30, presso la Cassa Rurale di Grigno, il Gruppo Donne di GrignoTezze, il Comune e la Biblioteca di Grigno organizzano per una serata in cui interveranno la dott.ssa Lucia Trattel e di Layla Betti dell'Associazione Culturale Bubamara.
- Giovedì 28 novembre ore 20.15, cineforum "In un mondo migliore", in biblioteca a Telve.

Tramite la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno.
L'Assemblea Generale dell'ONU ha ufficializzato una data che fu scelta da un gruppo di donne attiviste, riunitesi nell'Incontro Femminista Latinoamericano e dei Caraibi, tenutosi a Bogotà nel 1981. Questa data fu scelta in ricordo del brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leónidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

“Non chiamarlo amore”
campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne promossa dalla Presidenza del Coniglio dei Ministri.
In Italia una donna su tre tra i 16 e i 70 anni è stata vittima dell'aggressività di un uomo. Sei milioni 743 mila quelle che hanno subito violenza fisica e sessuale, secondo gli ultimi dati Istat. E ogni anno vengono uccise in media 100 donne dal marito, dal fidanzato o da un ex.
Il 25 novembre si celebra in tutto il mondo la Giornata contro la violenza sulle donne, ma c'é ben poco da festeggiare viste le cifre che riguardano gli abusi e i maltrattamenti che subiscono. Quasi 700 mila donne, hanno subito violenze ripetute dal partner e avevano figli al momento della violenza, e nel 62,4% dei casi i figli hanno assistito a uno o più episodi di violenza. Secondo l'Osservatorio nazionale sullo stalking, il 10% circa degli omicidi avvenuti in Italia dal 2002 al 2008 ha avuto come prologo atti di stalking, l'80% delle vittime è di sesso femminile e la durata media delle molestie insistenti è di circa un anno e mezzo.