Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina rassegna




Luci ed ombre del legno - XII Edizione

In mostra allo SPAZIO ERIKA KLIEN, Borgo Valsugana, dal 26 maggio al 10 giugno 2018. Inaugurazione sabato 26 maggio ore 17.30.
Opere di ALESSANDRO PRETTO, LARA STEFFE, ALDO PALLARO, SOHEYL BASTAMI.
Con la partecipazione di PAUL D╦ DOSS - MORODER.
Orari di apertura: da martedý a sabato 10-12 / 16-19 - domenica e festivi 10-12 / lunedý chiuso.
Informazioni: Spazio Erika Klien, Piazza Degasperi, 20 – Borgo Valsugana (TN), telefono: 0461 758759.

TORNA IN TRENTINO LA MOSTRA LUCI ED OMBRE DEL LEGNO
Appuntamento a Borgo Valsugana allo Spazio Erika Klien.

Dopo avere viaggiato per oltre quattro mesi in importanti città del Centro – Nord Italia ed avere riscosso un grande successo di pubblico (ad oggi, oltre 6.000 visitatori), la mostra Luci ed Ombre del Legno torna a casa propria, in Trentino, da dove era partita nel mese di gennaio.
Il prossimo momento espositivo della mostra che viaggia sarà infatti a Borgo Valsugana, presso lo Spazio Erika Klien, con inaugurazione il giorno 26 maggio alle ore 17.30.

La mostra vuole rappresentare e fare conoscere le diverse espressioni che la scultura lignea può assumere, attraverso diversi interpreti di spicco del panorama nazione. Vuole inoltre raccontare il forte legame esistente tra l’animo delle popolazioni alpine con il bosco.

La mostra pende origine dal Simposio internazionale di scultura in legno dell’Altopiano del Tesino dove, da ormai sedici anni, l’ultima settimana di luglio si incontrano quasi trenta artisti di provenienza internazionale che scolpiscono tra le vie e le piazze di Castello Tesino, Pieve Tesino, Cinte Tesino, Bieno, Strigno. Al termine della settimana vengono decretati i vincitori della manifestazione che divengono i protagonisti della mostra che viaggia.

Alessandro Pretto di Valdastico (VI), Lara Steffe di Moena (TN), Aldo Pallaro di Piombino Dese (PD), Soheyl Bastami dell’Iran, sono i protagonisti dell’edizione 2018. A loro, l’organizzazione, come ormai tradizione, ha affiancato un maestro regionale di chiara e riconosciuta esperienza. Per quest’edizione, la scelta è ricaduta sul gardenese Paul de Doss Moroder.

In tutto ventuno opere, originali e suggestive, a disposizione per essere osservate dal vero in un viaggio allegorico ed emozionale. Un modo innovativo per conoscere un territorio attraverso le suggestioni e gli odori rimasti impressi nell’opera d’arte.

La mostra, a ingresso libero, resterà visitabile a Borgo Valsugana sino al 10 giugno 2018 con i seguenti orari di apertura: da martedì a sabato 10-12 / 16-19, domenica 10-12; dopodichè si sposterà a Livo, in Val di Non, nella suggestiva cornice di Palazzo Aliprandini.

La mostra è organizzata dal Centro di Documentazione del Lavoro sui Boschi ed è resa possibile grazie al supporto attivo della Provincia Autonoma di Trento, della Regione Trentino Alto Adige, dei Comuni di Castello Tesino, Pieve Tesino, Cinte Tesino, Bieno, Castel Ivano, dell’APT Valsugana, della Galleria d’Arte Atrebates, del Comune di Borgo Valsugana.

Gabriele Bertacchini