Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina rassegna

Il canto della natura, fiori e piante dipinte ad acquerello da Paola Groff

La Biblioteca di Telve invita alla mostra IL CANTO DELLA NATURA fiori e piante dipinte ad acquerello da Paola Groff.
Dal 12 al 19 aprile 2014 presso la Sala riunioni della biblioteca di Telve negli orari di apertura della biblioteca.
Inaugurazione sabato 12 aprile ore 10.30 con Vittorio Fabris.

Informazioni:
BIBLIOTECA DI TELVE
0461766714
telve@biblio.infotn.it
sites.google.com/site/bibliotecaditelve
www.facebook.com/bibliotecatelve
plus.google.com/106394007484694817627s

Orari: lunedì 15-18.30 / 20-22, martedì 10-12 / 15-18.30, mercoledì 10-12 / 15-18.30, giovedì 15-18.30 / 20-22, venerdì 15-18.30, sabato 10-12 / 14-17.

Paola Groff è nata a Trento e vive a Borgo Valsugana. Ha sempre avuto un grande amore per l'arte, per il disegno e la pittura in particolare, dedicandosi a queste attività con passione in tutti i momenti liberi da impegni di lavoro. Nel 1986 è emigrata negli USA, a Chicago, dove ha realizzato, su commissione di enti pubblici e privati, dei murales in vari quartieri della città. Tornata nel 2000 in Italia, ha continuato l'attività pittorica con sempre maggiore entusiasmo e consapevolezza artistica. Da qualche anno ha iniziato a dipingere con l'acquerello, scoprendo via via la grande versatilità e le potenzialità espressive di questa tecnica. Lo dimostrano gli ottimi risultati conseguiti e alcuni importanti riconoscimenti ottenuti in concorsi e mostre di pittura, personali e collettive, alle quali ha partecipato. Di queste sue partecipazioni ricordiamo solo le ultime in ordine di tempo: Estate 2012, Premio di pittura La Madonnina a Centa San Nicolò, sponsorizzato dal Consorzio La Vigolana e da altri enti locali. Vince il terzo premio con l'acquerello Il cavolo. Gennaio 2013, Personale di pittura allo Spazio Klien di Borgo Valsugana. Maggio 2013, quarta edizione del Premio biennale di pittura Da Terra a Cielo a Tezze di Grigno, ideato da Orlando Gasperini e sostenuto dall'Assessorato alla Cultura, la Biblioteca Pubblica Comunale "Orlando Gasperini" e l'Associazione Musicale Più che Abbastanza del Comune di Grigno. Primo premio assoluto con l'opera Il cardo, un acquerello di grande impatto visivo ed emotivo.

Quella di Paola Groff si potrebbe definire una pittura di grande amore ma anche di un irrefrenabile desiderio di conoscenza. Il suo è un Amore per i fiori, gli alberi, l'acqua, il vento, il mondo animale, il paesaggio, l'aria, e per tutto ciò che chiamiamo Natura. Un amore però che non si limita ad una contemplazione passiva, ma entra, si potrebbe dire caparbiamente, nel mondo delle cose che la circondano. Vi entra con la curiosità, lo stupore e l'acutezza di chi non si accontenta di un piacere epidermico, ma vuole invece conoscere, indagare, scoprire, comunicare con l'oggetto del piacere. In questo senso, uno dei soggetti preferiti da Paola Groff sono proprio i fiori, anche quelli apparentemente più insignificanti, dei quali sa puntualmente cogliere e cantare, attraverso le sue composizioni prevalentemente ad acquerello, l'aspetto più intimo e poetico, con una tavolozza dove le infinite forme dei fiori sono trasformate e vivificate da una materia pittorica lieve, luminosa e molto accattivante. Allo stesso modo, ma con caratteri affatto diversi, vista la differente natura dei soggetti, ama dipingere gli alberi, creature che con la loro imponenza, il loro aspetto rassicurante e sempre confortevole, assumono il ruolo di sile ti guardiani dello scorrere della vita. Il paesaggio, altro soggetto ricorrente nei suoi dipinti, è visto e trattato dalla pittrice come il luogo ideale in cui vivere e sognare; un paesaggio non umiliato e stravolto dalla prepotente e, molte volte, dissacrante presenza umana, ma un luogo dove il rapporto uomo-natura è ancora armonico e in sintonia con il creato. Di fronte allo spettacolo della natura, alla sua bellezza e al suo pulsare di vita, Paola è come inebriata e totalmente assorbita. La risposta, sempre sorprendente e diversa, nonché qualitativamente di ottimo livello, la troviamo nei suoi lavori.
Vittorio Fabris, Marzo 2014 ©