Salta la barra di navigazione.

scheda

Locandina rassegna






«PARTIRE...E PER DOVE ?» Viaggio teatrale all'alba della Grande Guerra

Martedì 5 agosto 2014, Piazza Degasperi, Borgo Valsugana, ore 20.30.

 

I momenti della mobilitazione generale e delle prime partenze dei soldati per il fronte saranno rievocati nello spettacolo «PARTIRE...E PER DOVE? - Viaggio teatrale all'alba della Grande Guerra» promosso dall'Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento e realizzato dal Teatro Belli di Roma con la consulenza scientifica della Fondazione Museo Storico del Trentino, il supporto tecnico e organizzativo del Centro Servizi Culturali S. Chiara e la collaborazione delle amministrazioni comunali di Trento, Borgo Valsugana e Ala. I contenuti dello spettacolo sono stati anticipati oggi nel corso di una Conferenza Stampa dal regista, Antonio Salines, e dal direttore della Fondazione Museo Storico del Trentino, Giuseppe Ferrandi

In Trentino, la notizia del conflitto fu accolta con il suono di bande musicali che sfilarono in tutti i paesi e la dichiarazione di guerra colse la gente mentre si trovava al lavoro: chi nei campi, chi in fabbrica. I treni carichi di soldati iniziarono ad avviarsi all'inizio dell'agosto 1914 e tutti i convogli, nei primi giorni di guerra, erano decorati con fiori e bandiere, pieni di giovani soldati che vestivano la divisa dell'Imperatore. Col passare dei giorni, però, le bande musicali non tornarono più nelle stazioni, sparirono decori e bandiere dai vagoni e le donne iniziarono a vestirsi di nero, mentre i treni correvano sui binari verso i campi della Galizia.
«Lo spettacolo – ha spiegato Giuseppe Farrandi – intende cogliere l’aspetto complessivo della Grande Guerra, inserendo le vicende locali nella dimensione europea di un conflitto che ha cambiato la storia.»
A fare da sfondo alle rappresentazioni, che avranno inizio alle 20.30 e alle quali il pubblico potrà assistere gratuitamente, saranno tre luoghi simbolo: le stazioni ferroviarie di Trento (lunedì 4 agosto, piazza Dante), di Borgo Valsugana (martedì 5 agosto, piazza Degasperi) e di Ala (mercoledì 6 agosto, piazzale Stazione).
Il racconto scenico farà riferimento alle cronache dei giornali dell'epoca (“Il Popolo” di Cesare Battisti e “Il Trentino” di Alcide Degasperi) che furono testimoni di quelle giornate e che, con il passare dei mesi, riportarono il resoconto di quella grande strage, nonostante la rigida censura. Ci saranno inoltre le voci dirette dei soldati e delle loro famiglie, espresse attraverso i diari e le lettere, e soprattutto alcune pagine letterarie che raccontano il clima creatosi nei mesi immediatamente precedenti lo scoppio della guerra.
La regia dello spettacolo è curata da Antonio Salines che sarà anche in scena affiancato da due attori: Gabriele Penner, che impersonerà un soldato in partenza per il fronte, e Giuliana Germani che darà vita alla figura femminile che porterà la testimonianza delle fidanzare, moglie e madri che videro i loro cari partire verso un destino ignoto. A fianco degli attori sarà in scena lo storico Quinto Antonelli, responsabile dell’Archivio della scrittura popolare presso la Fondazione, che inquadrerà il contesto storico e commenterà quelle terribili giornate.
«”PARTIRE...E PER DOVE?” – ha anticipato Antonio Salines – sarà un affresco tragico realizzato attraverso un ritorno alle origini del teatro e al dramma sacro. L’obiettivo, infatti, è quello di portare sulla scena l’emotività del racconto. »
L'accompagnamento musicale, con brani d'epoca di stile viennese, sarà affidato al Quartetto Iris. Le scene e costumi sono di Chiara Defant.